3 Errori da non fare nell’Email Marketing

email_marketing

Se stai usando l’email marketing per promuovere la tua azienda, sei sicuramente sulla strada giusta. Questo strumento infatti può essere un potentissimo mezzo per interessare i tuoi clienti e far conoscere la tua attività.

Ci sono però 3 grossi errori che possono vanificare tutti i tuoi sforzi di email marketing.

Guarda quali sono e cerca di evitarli come la peste!

1) Limitarsi a fare pubblicità, per tutto il tempo.email-marketing-deliver

Non so se hai mai sentito il modo di dire “coccolare il cliente”, ma se tutto quello che fai è bombardare la tua lista email di offerte e proposte di vendita, sei sulla strada sbagliata.
Le persone si iscrivono perché sono interessate a quello che fai e agli argomenti, le informazioni che tratti.

Quindi quello che devi fare il più spesso possibile è condividere informazioni utili per i tuoi clienti, per educarli a fare le scelte migliori quando si tratta di fare acquisti nella tua categoria.
Fai in modo che valga sempre la pena leggere il tuo email marketing, anche se il destinatario non deve comprare nulla da te. Quando il cliente sarà pronto a comprare, si farà vivo.

2) Aggiungere email alla tua lista senza chiedere prima il permesso.
email-marketing-accept
image-756

Se aggiungi email prendendole dai siti o dai biglietti da visita, o ancora peggio compri liste di email posso dirti solo una cosa: smetti.
Subito.
Ora.
Se c’è una cosa che le persone odiano, è ritrovarsi la casella di posta intasata di email che arrivano da sconosciuti che provano a vendere qualcosa.
E’ una cosa che tutti odiamo, quindi perché farla?
Quello che devi fare è chiedere il permesso, ossia fare in modo che il proprietario dell’email sappia che gli stai per mandare i tuoi contenuti e sia contento di questo. Come si fa a chiedere il permesso?
Per fare le cose fatte per bene, bisogna chiedere conferma dell’iscrizione con un’email. Questo è il minimo indispensabile per non finire nella casella di spam e soprattutto per non incorrere in sanzioni!
La strada che ti consiglio invece è proprio quella di generare dei contenuti utili, come una guida gratuita, e poi da li costruire un rapporto con i tuoi contatti in modo tale che loro siano contenti di ricevere le tue email.

3) Alle persone non interessa “inviare”.
email-marketing-submit
image-757

Pensa un attimo al form in cui chiedi nome ed email per iscrivere il contatto alla tua lista o alla tua newsletter.
Cosa c’è scritto nel pulsante?
Frasi come “Invia” o “Confermo” o “Ok” non fanno niente per far interessare il tuo contatto, soprattutto se gli proponi l’iscrizione ad una cosa così noiosa come una newsletter.

Così facendo non fai altro che distruggere di fatto tutti i tuoi sforzi di email marketing.

Come puoi quindi creare un form che sia intrigante per i clienti e gli faccia venire voglia di iscriversi? Contattami per una consulenza gratuita e sarò lieto di aiutarti.