6 cose giuste e sbagliate quando fai email marketing

virgulti-email-marketing-cose-giuste-sbagliate-da-fare

Prima di premere il pulsante “invia” sulla tua prossima email, assicurati di aver letto questi consigli su come mandare in modo corretto il tuo messaggio.

Le email sono uno strumento di marketing cruciale per molte aziende, ma molte pratiche ampiamente usate per mandare email possono aumentare esponenzialmente il rischio che tuoi contenuti vengano marcati come spam.

L’email marketing, se usato male, può danneggiare gravemente la tua azienda

Una delle migliori pratiche da seguire per far crescere gli iscritti delle tue liste email nel giusto modo è quella di includere un doppio processo opt-in dove i riceventi hanno modo di confermare le loro sottoscrizioni.
Ricorda: quello che ti serve è avere clienti veramente interessati, e non un esercito di persone che ti segnalano le email come spam.

Il giusto e sbagliato quando si fa email marketing

virgulti-email-marketing-sentL’email marketing è più di quello che puoi immaginarti.
Il contenuto che condividi, il modo in cui i lettori interagiscono con le tue email, e persino il modo in cui la tua lista contatti cresce può avere effetti su come le tue email vengono ricevute.

Prima di premere “invia” sulla tua prossima email, segui questi consigli che ti aiuteranno a consegnare correttamente le email nella casella di posta dei tuoi clienti.

Regola N.1

Da fare: Usa una doppia opt-in
Gli iscritti compilano il tuo form di sign up, poi confermano la sottoscrizione alla tua lista. Questo processo aiuta a tenere la tua lista libera da quelle iscrizioni di bassa qualità e da indirizzi email che potrebbero essere irraggiungibili.

Non fare: Usare liste di persone che hanno comprato o liste prestate
Farti largo nella casella di posta di qualcun altro è come invadere il suo spazio. Invece di violare la privacy delle persone forzando il tuo business, fai crescere la tua lista mandando solo alle caselle di posta corrette.

Regola N.2

Fare: Avere un link “disiscriviti” facile da trovare
Se i tuoi lettori non trovano il link per annullare la loro iscrizione, potrebbero usare il bottone “spam”, che può colpire negativamente le tue spedizioni.

Non fare: Includere form html, javascript, flash o activex
Questi tipi di codici non vengono visualizzati molto bene dalla maggior parte dei programmi email e potresti essere marcato come spam. Usa html pulito e tabelle nidificate.

Regola N.3

Fare: Dai aspettative e mantienile
Quando i lettori sottoscrivono la tua mailing list, dite espressamente per cosa si iscrivono, quanto spesso riceveranno messaggi, e quali informazioni manderete.

Non fare: Mandare lo stesso contenuto più volte
Ripetere lo stesso messaggio potrebbe causare un abbassamento dell’interesse. Sii rilevante, tieni interessati i tuoi iscritti, offri sempre materiale nuovo.

Regola N.4

virgulti-email-marketing-magicFare: Mandare un’email di benvenuto
Manda ai nuovi iscritti un’email di benvenuto per iniziare ad interessarli, e trasformali in iscritti di lunga data

Non fare: Collegamenti ad indirizzi ip o siti sconosciuti
A volte un singolo collegamento o dominio in un email può far scattare il filtro spam perché quell’elemento è associato a email di reclamo.

Regola N.5

Fare: Dividi lettori partecipi e non partecipi
Distingui i lettori e manda contenuti differenti. A volte, il successo del marketing è compromesso da contatti non partecipi, che possono avere un impatto negativo sui risultati dei tuoi contatti interessati.

Non fare: Ignorare il reporting
Controlla sempre il tuo report per cambiamenti sull’attività dei tuoi utenti; devi sapere subito se ci potrebbero essere problemi.

Regola N.6

Fare: Seguire le regole dello spam
Non importa dove sei nel mondo, segui le leggi del CAN-SPAM Act, o altre leggi anti-spam vigenti nel luogo dove spedisci le tue email.

Non Fare: Email sporadicamente
Se i tuoi lettori dimenticano chi sei e perché si sono iscritti, le tue email potrebbero essere marcate come spam.