Non credere alle 7 bugie del Social Marketing

virgulti-7-bugie-social-marketing

I social network sono in giro da qualche anno, per cui per un’azienda usarli per promuoversi sembra essere abbastanza ovvio no?

Eppure molte attività basano le loro azioni su informazioni completamente sbagliate e false, che annullano il lavoro fatto.

Ecco le 7 bugie del Social Marketing che ti causano danni:

Bugia 1: Più like e follower hai, meglio è

Il gioco dei grandi numeri non vale per Facebook, Twitter o Linkedin. Questi social network sono evoluti. Se hai tanti like e follower finti, che non interagiscono con la tua pagina, gli algoritmi usati da questi siti se ne accorgono e tutto quello che pubblichi viene penalizzato.

Parliamo di numeri: se ad esempio una pagina ha 100.000 fan, ci si può aspettare che in un contesto sano ci siano ad esempio 2.000 like su un post e 300 condivisioni.

Prendiamo un’altro esempio, di una pagina con 1 milione di fan, ma i cui contenuti hanno magari 1000 like e 50 condivisioni.

Secondo te quale dei due ipotesi è meglio? Mi auguro che tu abbia scelto la prima! I social network come Facebook confrontano la proporzione tra questi numeri e capiscono quando una pagina ha i like gonfiati ad esempio da account finti, ed in quel caso Facebook non mostrerà i tuoi contenuti nel social network.

Se vuoi ottenere traffico, devi focalizzarti nell’avere i giusti fan, a cui interessano i tuoi contenuti.

Bugia 2: Mettere i tasti di condivisione ovunque

Ovviamente immaginiamo sempre che aggiungere un tasto per condividere sui social network sia sempre una buona idea no?
Sbagliato! I tasti di condivisione messi nel posto sbagliato possono danneggiare la tua azienda!

I tasti di condivisione sono ottimi per gli articoli del blog ovviamente, ma ad esempio a nessuno interessa condividere la pagina del tuo ecommerce. Inserendo i tasti di condivisione nelle pagine sbagliate, otterrai il risultato di distrarre i tuoi visitatori e diminuire il loro interesse verso di te.

Bugia 3: Il traffico dai social network non conta

Sai quale è il motivo per cui Facebook è valutato oltre 100 miliardi di dollari, Linkedin 20 miliardi di dollari, e Twitter oltre 30 miliardi di dollari?
Queste compagnie valgono così tanto perché i loro utenti guardano la pubblicità e comprano. Anzi, comprano così tanto da rendere la pubblicità molto, molto conveniente.

Non ti sto dicendo di iniziare a spendere soldi sui banner di Facebook, ma devi tener presente queste informazioni e strutturare correttamente la tua strategia di marketing e tenere presente anche i visitatori dei social network.

Bugia 4: Bisogna essere su tutti i social network

I social network sono diversi e hanno diversi orientamenti. Devi valutare attentamente cosa fa la tua azienda e dove sono i suoi clienti.

Nulla ti vieta di avere comunque una pagina su qualsiasi social network, ma devi sapere cosa puoi aspettarti in termini di ritorno economico, e valutare se ci sono le risorse per essere attivi su un social network che non è adatto a portare nuovi clienti alla tua azienda, oppure se conviene essere focalizzati ed essere solo su alcuni social che si sposano meglio con gli obiettivi aziendali.

Bugia 5: Devi creare contenuti continuamente

È ovvio che se la tua attività ti permette di creare nuovi contenuti perché hai accesso a tante informazioni ogni giorno, questa è una buona notizia. In questo caso dovresti sicuramente usare i social network ogni giorno.

Ma se non è così, piuttosto che generare contenuti scadenti per avere qualcosa da pubblicare, è meglio se definisci una cadenza settimanale o addirittura mensile

Devi dare la priorità alla qualità dei contenuti, devi dare informazioni che i tuoi clienti hanno voglia di avere, invece di pubblicare contenuti inutili “perché devi”.

Bugia 6: B2B e B2C sono due mondi diversi

Se pensi che vendere ad altre aziende sia diverso dal vendere ai clienti, ti sbagli di grosso.

Non importa se sei B2B o B2C, i concetti chiave sono gli stessi. Devi creare contenuti di qualità per rispondere alle domande che i clienti hanno nella loro testa per rendere i tuoi prodotti o servizi appetibili.

Bugia 7: Ignora i commenti negativi

Ignorare i commenti negativi è la peggior cosa che puoi fare. Se qualcuno non è contento del tuo prodotto o servizio, non devi ignorare quella persona. Invece dovresti comprendere la critica ed usarla per migliorare la tua azienda.

In conclusione

Ci sono molte informazioni sbagliate in giro su internet che riguardano i social network ed il modo migliore per fare Social Marketing con essi.

Cerca sempre di fare le tue ricerche per capire quali informazioni sono vere e quali invece sono solo dicerie.
Il Social Marketing può essere un grande aiuto per la tua azienda, se sai sfruttarlo nel modo corretto.

Se vuoi definire la tua strategia di marketing di successo, contattami.